NinjaLaser_martialDa quando la cultura giapponese ha messo salde radici in Occidente, grazie al suo raffinato senso artistico ma anche ai più popolari film e manga, la parola Ninja evoca tutto un universo di significati.

Il primo che viene in mente è la silenziosità, perché questi guerrieri sapevano muoversi senza farsi sentire. Poi la resistenza, perché non si arrendevano mai. Infine, la straordinaria capacità di dominare le arti marziali.

Beh, come non pensare a questo nome per una linea di duplicatrici davvero eccezionale? Della capostipite abbiamo già parlato. Ma quest’anno, Ninja di Keyline è tornata agli onori della cronaca grazie a due nuovi modelli che la fanno diventare una storia a sé nel mondo della duplicazione chiavi. Un vero concept design che non finisce di sorprendere.

 

Due in uno, abilità superiore.

I ninja giapponesi non si limitavano a maneggiare una spada. Contemporaneamente alla celebre katana sapevano usare la più piccola wakizashi secondo le raffinate tecniche del “Libro dei cinque anelli” di Miyamoto Musashi. Fedele all’insegnamento del maestro, anche la Ninja Laser utilizza due “spade” per tagliare le chiavi: una fresa circolare a doppia velocità e un fresino a candela.

Fuor di metafora, il progetto Ninja aveva già prodotto una versione meccanica (la Ninja Dark) accanto alla prima elettronica e continuava ad occupare gli schermi dei tecnici Keyline che ne stavano sviluppando tutte le possibilità. L’idea era creare una vera linea per dare ai locksmith un ventaglio esclusivo di scelta con diversi livelli d’intervento.

L’uso combinato di due tecnologie è la carta vincente giocata da questo nuovo modello. I vantaggi sono di vario genere: permette di tagliare alternativamente chiavi piatte, porta e auto, laser e Tibbe a codice senza cambiare fresa, garantisce un utilizzo prolungato dei componenti, e in quanto a precisione fa invidia a qualsiasi samurai.

 

La versatilità e l’intelligenza del guerriero

Questa nuova duplicatrice ha preso altre due caratteristiche dai mitici guerrieri giapponesi. La prima è la grande flessibilità d’intervento, dovuta alla possibilità di usare su Ninja Laser i morsetti Ninja per chiavi auto e di usare i morsetti Ninja Laser sia su Ninja sia su 994 Laser. Come dire un vero gioco di squadra tutto a favore dei locksmith. La seconda è l’intelligenza, dovuta alla console con il software Liger progettato e sviluppato interamente da Keyline.

Le arti marziali dell’era moderna hanno fortunatamente perso l’originario scopo bellico per diventare un valido sistema educativo per il corpo e la mente. E grazie a Ninja Laser ora sono anche un validissimo esempio per la duplicazione delle chiavi. Arigatò!